Antropologia culturale e sociale. Ricerche e didattica

Pubblicazioni
Corsi di Perfezionamento
A. culturale, applicata, medica
I Quaderni del CREAM
Avvisi urgenti per studenti
Calendario conferenze
MAILS TO roberto.malighetti@unimib.it
Twitter: @RobertoMaliga
.
SITO IN COSTRUZIONE
DIDATTICA
CONVEGNI
PUBBLICAZIONI
TESI
CV BREVE
Ricerche e attività scientifica


"… when I was a serious young student in London I thought I would try to get a few tips from experienced fieldworkers before setting out for Central Africa. I first sought advice from Westermarck. All I got from him was "don't converse with an informant for more than twenty minutes because if you aren't bored by that time he will be‟. Very good advice, even if somewhat inadequate. I sought instruction from Haddon, a man foremost in field-research. He told me that it was really all quite simple; one should always behave as a gentleman. Also very good advice. My teacher, Seligman, told me to take ten grains of quinine every night and to keep off women. The famous Edyptonist, Sir Filinders Petrie, just told me not to bother about drinking dirty water as one soon became immune to it. Finally I asked Malinowski and was told not to be a bloody fool. (Evans-Pritchard, E. E. 1976 [1937], Witchcraft, Oracle, and Magic among the Azande (abridged version), Oxford, Clarendon Pres, p. 240 )


(in costruzione - ultimo aggiornamento 2008)

2008: promuove una accordo quadro con l’Universidade Federal do Amazonas (Manaus), finalizzato alla cooperazione scientifica e didattica e allo scambio di personale docente e ricercatore.
In questo ambito, insieme al prof. Alfredo Wagner Berno de Almeida dell’ Universidade Federal do Amazonas costituisce due gruppi di ricerca composti da ricercatori dell’Università di Milano-Bicocca e do Amazinas finalizzati, da un lato, allo studio delle identità collettive fra i gruppi sociali amazzonici con particolare riferimento alle auto-definizioni e ai processi di rivendicazione territoriale ad esse legati; dall’altro, ai resoconti di interesse etnografico dei viaggiatori naturalisti italiani dell'Ottocento in Amazzonia.

2008: entra a far parte della redazione della rivista Pós-Ciências Sociais, São Luís, Maranhão, Brasil.

2007 (giugno-luglio): seconda missione a Cuba finalizzata allo studio comparativo fra religioni afro-brasiliane e religioni afro-cubane, finanziata da un progetto di ricerca F.A.R. (Fondo d’ateneo per la ricerca) dal titolo Politiche identitarie. La costruzione dell’identità afro nel Tambor di Mina (Maranhão, Brasile) e nella Santeria (Cuba).

2007: viene nominato membro della Academia Maranhense de Letras.

2006-2011: membro del consiglio direttivo di ANUAC (Associazione Nazionale Universitaria degli Antropologi Culturali).

2006: promuove e coordina una missione etnografica interessata allo studio antropologico dei sistemi sanitari cubani, con particolare riferimento al rapporto fra biomedicina, medicina tradizionale e sistemi di cura presenti nella santeria. Tali ricerche sono svolte in collaborazione con l’Instituto Cubano de Antropología (ICAN), la Casa de Africa e la Fundacion Fernando Ortiz, Con queste istituzioni stipula accordi per lo scambio di personale docente e ricercatore: ne stanno beneficiando due studentesse del dottorato in Antropologia della Contemporaneità dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, che si appoggiano alle strutture e ai docenti degli istituti cubani per il tutoraggio delle loro ricerche.
Nell’ambito di questo accordo è invitato a Cuba a presentare il progetto di ricerca e i risultati dei precedenti lavori etnografici nelle seguenti istituzioni: Centro Universitario de Sancti Spiritus José Martì Pérez (Sancti Spiritus, 12/12/2006); Fundacion Fernando Ortiz (La Habana, 20/12/2006); Casa De Africa. Oficina del Historiador (La Habana, 22/12/2006).
In questa prima missione (dicembre 2006 - gennaio 2007: La Habana e la zona interna di Sancti Spiritus) inizia altresì a interessarsi allo studio comparativo fra religioni afro-brasiliane e religioni afro-cubane.
In Italia promuove seminari e conferenze sulla realtà Cubana, invitando all’Università degli Studi di Milano Bicocca diversi colleghi Cubani (Prof. Abel Sierra; Prof. Pablo Rodriguez; Prof. Josè Matos; Prof. Alberto Granado Duque).

2004-2006: prosegue lo studio delle dinamiche religiose nel Tambor de Mina, con particolare riferimento ai processi di africanizzazione nel contesto del Programma PRIN (Programmi di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale): “Le religioni come sistemi complessi: la dinamica interreligiosa tra aperture e chiusure”.

2005: promuove e coordina una missione di ricerca sullo studio delle culture afro brasiliane del Maranhão, appoggiandosi alla l’Universidade Federal do Maranhão con la quale stipula un accordo quadro triennale. Nell’ambito dell’accordo di cooperazione scientifica e didattica, continua la collaborazione (iniziata nel 1996) con l’Universidade Federal do Maranhão e realizza lo scambio di personale docente e ricercatore: due studenti del Dottorato in Antropologia della contemporaneità dell’Università degli studi di Milano Bicocca iniziano il lavoro sul campo nell’area rurale di São Luís; diversi docenti brasiliani (Prof. Sergio Ferretti, Prof.ssa Mundicarmo Rocha, Prof. Alfredo Wagner Berto de Almeida, Prof. Sebastiao Moreira Duarte), sono invitati a tenere corsi presso l’Università degli studi di Milano Bicocca.

2004 (maggio-giugno): missione nell’area rurale di São Luís per lo studio delle religioni afro-brasliane del Maranhão, finanziata dal progetto di ricerca F.A.R. (Fondo d’ateneo per la ricerca) dal titolo: Le religioni come sistemi complessi: ibridazioni e sincretismi.

2004 (agosto-settembre): compie uno studio di fattibilità di un progetto di catalogazione e studio lingue dell’Angola in collaborazione con la Università degli studi della Tuscia (Viterbo), Universidade Catolica de Angola, e Universidade Agostinho Neto.

2004: fonda I Quaderni del Cream di cui assume la direzione.

2003-2004: all’interno del programma PRIN (Programmi di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale), dal titolo Il corpo nella vita e nella morte: incorporazione, ritualità e memoria, approfondisce lo studio della religioni afro-brasiliane del Maranhão, occupandosi della morte e delle modalità di trattamento del corpo.

2003: collabora con il prof. Ugo Fabietti alla fondazione del Centro di Ricerca Etno-Antropologica Milano (CREAM) dell’Università degli Studi di Milano Bicocca. Il centro intende rispondere all'esigenza di istituire un polo d'aggregazione per la ricerca avanzata sulle realtà sociali e culturali emergenti nel mondo contemporaneo, sul modello degli istituti centri già operativi in molti paesi europei.

2003 (gennaio –maggio): lavora nella favela di Manguinhos (Rio de Janeiro), analizzando le attività di alcuni progetti di cooperazione internazionale finanziati dall’Unione Europea e realizzati da una ONG italiana (CESVI) in collaborazione con un’associazione di favelodos (CCAP - Centro de Cooperação e Atividades Popoulares di Rio de Janeiro).

2003: continua la ricerca sul Tambor de Mina, finanziata dal progetto di ricerca F.A.R. - Fondo d’ateneo per la ricerca analizzando Il fenomeno della trance nelle religioni afro-brasiliane del Maranhão.

2003: entra a far parte della redazione della rivista Foedus. Culture, economie, territori.

2001-2004: membro del consiglio direttivo di AISEA (Associazione Italiana per le Scienze Etnoantropologiche).

2002 (luglio-agosto): missione in Maranhão per continuare la ricerca sul Tambor de Mina all’interno del programma PRIN (Programmi di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale) sul tema: Luoghi dei vivi luoghi dei morti. Si interessa in particolare alle Comunicazioni e attraversamenti fra mondo dei morti mondo dei vivi nei "terreiros de mina" del Maranhão (Brasile.)

2002-oggi: coordinamento del Corso di Laurea Specialistica / Magistrale in Scienze Antropologiche ed Etnologiche, Università degli Studi di Milano Bicocca.

2001: entra a far parte del comitato di redazione della rivista semestrale Antropologia, Meltemi Editore, Roma.

2001: entra a far parte del comitato editoriale della rivista C&D, "Piccola società editrice", Brescia.

2001 (luglio-ottobre): collabora con la Fondazione S.I.P.E.C e la Medicus Mundi (ONG della UE e del Mini¬stero degli Affari Esteri), analizzando l’impatto socio-culturale di alcuni progetti socio-sanitari nella provincia di Santa Helena (Maranhão, Brasile) finanziati dal Ministero degli Affari Esteri italiano.

2001-oggi: direzione del Corso di Perfezionamento in Antropologia Medica, Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli Studi di Milano Bicocca.

1999 (giugno-settembre): collabora con la Fondazione S.I.P.E.C e la Medicus Mundi (ONG della UE e del Mini¬stero degli Affari Esteri), analizzando l’impatto socio-culturale di alcuni progetti socio-sanitari nella provincia di Santa Helena (Maranhão, Brasile) finanziati dal Ministero degli Affari Esteri italiano.

1999 (giugno settembre): inizia una ricerca sul Tambor de Mina designazione data in Maranhão alla religione estatica e iniziatica che combina elementi di diverse tradizioni africane con elementi della religione cattolica, della cultura india (pajelançia) e dell'umbanda. Lavora in particolare su alcune case di culto dell’area rurale della provincia di São Luís..

1996 (gennaio-ottobre): continua la ricerca sul campo nel Quilombo di Frechal (Maranhão, Brasile).

1995: partecipa alla redazione del Dizionario di Antropologia a cura di Ugo Fabietti e Francesco Remotti per la Ca¬sa Editrice Zanichelli di Bologna.

1994 (agosto-dicembre): inizia un lavoro sul campo in una comunità brasiliana di discendenti di schiavi (Frechal, Maranhão, Brasile), analizzando la costruzione dell’identità e riflettendo sulle basi metodologiche ed epistemologiche del lavoro etnografico.

1994 (giugno-agosto): su mandato del Mini¬stero degli Affari Esteri compie una missione di valutazione dell’impatto socio-culturale di una serie di progetti di cooperazione internazionale nella provincia di Guimarães (Maranhão, Brasile) realizzati da alcune ONG Italiane (SIPEC. Fondazione Tovini, Medicus Mundi).

1994 (febbraio-giugno): partecipa ad un corso internazionale post-graduation sul futu¬ro dell'antropologia e sulla metodologia della ricerca presso la “Aegean University”, Mitilene (Grecia).

1992-1993. compie una ricerca etnografica presso un’azienda di servizi municipalizzati, interessandosi alla cultura organizzativa e in particola¬re alla comunicazione interna. La ricerca è stata recensita dalla rivista inglese Anthropolo¬gy in Action (Vol. 2, N°2, pp.21-22).

1991-1993: fonda un centro di ricerca denominato Ares (Analisi, Ricerche e Strategie Sociali) di Roma di cui dirige l'area antropologica .

1992 (luglio agosto): partecipa agli scavi archeologici nel deserto dello Yemen del Nord della Italian Archeological Mission dell'ISMEO diretta dal Prof. Alessandro De Maigret, collaborando allo studio della cultura materiale.

1989-1991: ricercatore presso l'I.S.P.E.S. (I¬stituto di Studi Politici, Economici e Sociali) di Roma.